CookiesLaw

Conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale

.

Le cellule staminali sono cellule indifferenziate capaci di differenziarsi in vari tipi di cellule del corpo e di autorigenerarsi. Sono utilizzate per il trattamento di molte patologie proprio grazie a queste caratteristiche.
Le cellule staminali si dividono in diverse tipologie, classificate in base alla loro sede di origine.

Vi sono quelle embrionali, il cui utilizzo ha creato grandi problemi etici, quelle adulte prelevate dall’organismo adulto e quelle cordonali, prelevate dal sangue del cordone ombelicale.

Le staminali cordonali sono considerate un grande strumento terapeutico grazie alle loro caratteristiche immunologiche e rigenerative.

Il prelievo del sangue del cordone ombelicale deve essere effettuato al momento del parto ed è completamente indolore per il bambino. Si effettua tramite l’utilizzo di una siringa che trasferisce il campione di sangue cordonale all’interno di una sacca che poi verrà spedita alla biobanca destinata alla conservazione.
Le cellule staminali cordonali possono essere utilizzate per il trattamento di molte patologie sia sul donatore delle cellule (trapianto autologo) sia su un paziente con un legame di parentela con il donatore o compatibile con il campione (trapianto allogenico). Il sangue cordonale oggi viene utilizzato per il trattamento di oltre 80 malattie, tra cui linfomi e leucemie1. Ogni anno, in Italia, più del 95% dei cordoni ombelicali vengono gettati via.
In Italia la conservazione del sangue del cordone ombelicale è regolamentata dal Ministero della Salute con il decreto del 18 Novembre 2009 “Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per uso autologo-dedicato”. 

Esistono due diverse modalità di conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale: la conservazione privata o la donazione pubblica.

Se si sceglie la conservazione privata, nel rispetto della normativa attualmente in vigore, il sangue cordonale viene conservato in biobanche private all’estero. In questo caso il donatore e la famiglia mantengono la proprietà del campione, che può rientrare in Italia per l’utilizzo a scopo terapeutico nelle strutture ospedaliere del nostro Paese. Campioni conservati privatamente possono essere usati sia in trapianti autologhi (donatore e ricevente sono la stessa persona) che allogenici (donatore e ricevente sono persone distinte tra loro e possono essere imparentati).

Se si sceglie la donazione pubblica, il donatore e la sua famiglia perdono la proprietà del campione di sangue conservato, che viene messo a disposizione di qualsiasi paziente compatibile che possa aver bisogno di trattamenti con le cellule staminali. Non si tratta di un servizio garantito, in quanto possono esserci dei fattori che impediscono la conservazione dei campioni.

Scegliere se conservare o donare le cellule staminali del cordone del proprio bambino è molto importante. Si tratta di una decisione che deve essere presa consapevolmente, dopo aver avuto tutte le informazioni necessarie. Questa decisione, inoltre, deve essere presa in tempo, così da poter espletare tutte le pratiche amministrative necessarie.

Per ulteriori informazioni sulla conservazione privata delle cellule staminali del cordone ombelicale: www.sorgente.com


Prenotazione visite


Riceve con un appuntamento dal lunedì al sabato.

Tel: 335 8391 126

Email: franzonigianalfredo@gmail.com

Dove siamo

Via Francesco Nava 31, CASA DI CURA S. PIO X HUMANITAS
Via Milazzo 2, MILANO
Via Liberta' 68, CINISELLO B. (MI)
Via Milite Ignoto 2, LIMBIATE (MI)

Contatti

Tel: 335 8391 126
e-mail: franzonigianalfredo@gmail.com
P.IVA: 00229350962
Termini Di UtilizzoPrivacyCopyright 2017 by Studio Ginecologico Franzoni